Perché fare volontariato nel tempo libero

Il tempo libero è prezioso: trovare dei momenti da dedicare a se stessi, alla propria famiglia o agli amici è indispensabile per mantenersi in salute e godere di rapporti stabili e duraturi. Se poi si decide di investirlo per fare del bene, prendendosi cura dell’ambiente o di persone bisognose, allora acquista anche un certo valore etico e morale, che arricchisce l’animo e consente di acquisire esperienze nuove e interessanti.

8 buoni motivi per fare volontariato

Intraprendere la strada del volontariato non è solo un riscatto personale, ma può essere anche un modo per scoprire nuovi orizzonti e imparare a mettersi in gioco di fronte a quello che non si conosce. Nello specifico, sono almeno 8 i buoni motivi che dovrebbero spingere a fare del volontariato:

1. Sviluppare competenze

Svolgendo opere di volontariato si ha la possibilità di mettere alla prova le proprie competenze e di acquisirne di nuove. Spesso ci si cimenta in lavori di gruppo, che spingono a fare gioco di squadra sfruttando i talenti dei singoli membri e questo può rivelarsi utile nella vita in generale.

2. Diventare un esempio per i giovani

Il volontariato, si sa, è gratuito. Questo è sempre di difficile comprensione per i più giovani, che non conoscono bene il senso della gratuità e farlo nei loro confronti potrebbe essere il primo passo per insegnare loro come muoversi e come costruire il loro futuro. Magari, un giorno, saranno loro i primi a occuparsi gratuitamente di qualcun altro!

3. Ricevere un aiuto sul lavoro

Il volontariato, sviluppando talenti e accrescendo conoscenze e competenze, è una buona base di partenza per un roseo futuro lavorativo. Inoltre, entrando a contatto con tante persone, possono instaurarsi legami non solo di amicizia, ma anche professionali. E poi, con il volontariato si impara ad essere disponibili, altruisti, estroversi, tutte caratteristiche molto apprezzate quando si ricercano nuove persone per ricoprire posti vacanti.

4. Incentivare il risparmio

Se si ha il desiderio di aiutare un’associazione ma non si ha abbastanza denaro per farlo, il volontariato potrebbe essere un’ottima soluzione: basterebbero un paio di ore al mese o durante determinati eventi per aiutare l’associazione senza che entrambe le parti investano dei soldi.

5. Instaurare nuove amicizie

Il volontariato è sinonimo di aggregazione e di partecipazione tra più persone. A lungo andare, è normale instaurare nuovi rapporti e amicizie che potrebbero rivelarsi solide e durature.

6. Riempire le giornate (e la vita)

Le opere di volontariato consentono di impiegare al meglio non solo il proprio tempo libero, ma anche la vita in generale: permettono di arricchirsi, di far circolare le idee, di uscire di casa, di compiere nuove esperienze. Sicuramente, se ne esce più arricchiti, più forti, più volenterosi!

7. Viaggiare

Il volontariato può essere effettuato anche per associazioni che operano all’estero, il che permetterebbe di salire su un aereo e di esplorare posti mai visti. Si potrebbero, così, conoscere popoli, culture, lingue e usanze del tutto sconosciuti e sicuramente interessanti!

8. Imparare a dire “grazie”

In ultimo ma di rilevante importanza, il volontariato insegna a dire “grazie”. Questo perché, entrando a contatto con persone sicuramente più svantaggiate, ci si rende conto di quanto si possa essere fortunati e, di conseguenza, di quanto sia importante ringraziare per quello che si possiede.

Iscriviti alla Newsletter

We will be happy to hear your thoughts

      Leave a reply

      Compare items
      • Total (0)
      Compare
      0