Quilt

Vuoi arredare la tua camera da letto con stile, scegliendo complementi d’arredo colorati e di design? La soluzione sta nello scegliere dei deliziosi quilt, realizzati con stoffe di colori riversi per regalare alla zona più confortevole della tua casa un tocco di personalità!
Visita lo store online di iShopBook e scegli quello che fa per te!

Visualizzazione di tutti i 5 risultati

Added to wishlistRemoved from wishlist 0
Add to compare
Added to wishlistRemoved from wishlist 0
Add to compare
Added to wishlistRemoved from wishlist 0
Add to compare
Added to wishlistRemoved from wishlist 0
Add to compare
Added to wishlistRemoved from wishlist 0
Add to compare

Come scegliere le migliori stoffe per quilt

Le coperte da posizionare sui letti possono essere realizzate anche in casa. Se si vuole dar vita a quilt eleganti e di design, è possibile scegliere le stoffe migliori e ottenere risultati eccezionali. Tra quelle più richieste ci sono sicuramente quelle a base di cotone, lana, seta, velluto e cotonella americana, ma non sempre è semplice sceglierle al meglio.

I migliori tessuti per patchwork

I fattori da tenere in considerazione nella scelta delle stoffe per la realizzazione del patchwork (o quilt) sono diversi: la destinazione del lavoro, l’effetto che si desidera ottenere e la collocazione finale sono solo alcuni che incidono sulla scelta e, poi, sull’acquisto.

Partendo dal presupposto che tutti i tessuti possono andar bene per la realizzazione di un quilt, la scelta deriva principalmente dall’utilizzo e dall’effetto visivo che si desidera ottenere. Generalmente, è preferibile optare per tessuti compatti e resistenti, magari a trama spessa come il cotone, la lana e i tessuti misti che, oltre ad essere duraturi, permettono di variare trame, colori e riflessi. Per i più esperti del cucito, possono andar bene anche seta, cotone e raso, di più difficile lavorazione.

Principali tipologie di quilt e patchwork

Nell’indecisione, si può scegliere di realizzare diversi tipi di quilt, in base alle esigenze e al risultato desiderato:

  • Patchwork Geometrici: consiste nello stile più semplice, quello tipico delle trapunte americane, che comprende forme geometriche regolari ricavate da tessuti in fibre naturali, come il cotone o la cotonina americana;
  • Patchwork Baltimora: è una variante del quilt americano e prevede l’impiego di disegni tradizionali come ceste colme di fiori o frutta accostati con forme geometriche regolari;
  • Patchwork Appliqué: prevede la sovrapposizione di strati di stoffa con sopra l’applicazione di disegni, sagome e oggetti ritagliati;
  • Patchwork tipo Log cabin: si ottiene cucendo tra loro strisce di stoffa in modo da ottenere motivi dalla forma quadrata, adatta per la realizzazione di coperte e cuscini;
  • Patchwork all’inglese: si realizzano disegni composti da piccoli pezzi di stoffa cuciti tra loro per formare trame e composizioni di varia natura;
  • Patchwork di Panama: chiamato anche Molas, consiste nella sovrapposizione di stoffe dai colori sgargianti che, al risultato finale, donano un effetto tridimensionale;
  • Patchwork Atarashii o Giapponese: si basa sull’antica arte degli origami, che prevede l’utilizzo di tessuti ripiegati e cuciti tra loro in modo da realizzare motivi tridimensionali o bidimensionali e molto utilizzata nel confezionamento di abiti;
  • Patchwork Hawaiani: molto simile all’appliqué tradizionale, prevede la cucitura di coppie di quilt, dove la prima serve da base e la seconda viene impiegata per dar vita a un determinato disegno, solitamente in stile hawaiano;
  • Crazy patchwork: già dal nome si intuisce che si tratti della tecnica più creativa, che prevede la cucitura di pezzi di stoffa irregolari e il libero sfogo della propria fantasia.

 

Compare items
  • Total (0)
Compare
0