Come vestire i bambini in inverno: 3 regole da seguire

Si sa, quando arriva l’inverno vestirsi adeguatamente è un dramma. Fuori fa troppo freddo, ma all’interno di abitazioni e locali si comincia a sudare a causa dei riscaldamenti accesi. Se già per noi adulti trovare un compromesso azzeccato è davvero complicato, figuriamoci per i bambini! Sono più delicati, non stanno mai fermi e trovare l’abbigliamento adatto diventa una vera impresa.

Come fare per evitare di coprirli poco o, al contrario, troppo poco? Per te, 3 consigli molto importanti che possono aiutarti a vestire il tuo bambino in modo che possa affrontare l’inverno nel migliore dei modi!

1. Come vestire i bambini a scuola

La scuola non offre ovunque le stesse temperature: se in aula si sta al caldo, nei corridoi o in palestra la temperatura scende drasticamente, mettendo realmente a rischio la salute dei nostri bambini. Che abbigliamento adottare, allora? Sicuramente è bene sapere in anticipo che tipo di attività svolgerà il bambino nel corso della giornata e agire di conseguenza; successivamente, puoi anche evitare di preoccuparti troppo: come sostengono tutti i pediatri, i bambini sono in grado di termoregolarsi da soli, quindi di vestirsi e spogliarsi all’occorrenza.

Per andare sul sicuro, comunque, il classico abbigliamento a strati (o a cipolla) è perfetto. In inverno, va bene scegliere felpe in pile e maglie di cotone. Se le prime sono munite di cerniera, ancora meglio: il bambino potrà facilmente spogliarsi e rivestirsi in base alla temperatura percepita.

Da evitare, invece, la maglia di lana, che va indossata solo in caso di un clima estremamente rigido. Se ci si trova in città, meglio optare per biancheria intima traspirante e leggera, facendo attenzione a prediligere tessuti in cotone e anallergici che, in caso di sudore e a contatto con la pelle, non diventino causa di irritazioni o allergie.

2. Come vestire i bambini per lo sport

Scegliere l’abbigliamento giusto per i nostri figli che praticano un’attività sportiva è fondamentale, considerando che sudano parecchio e potrebbero facilmente ammalarsi. Bisogna selezionarlo tenendo conto di tanti fattori: si allenano al chiuso o all’aria aperta? Devono indossare vestiti specifici?

Ad esempio, per il calcio si consiglia di far indossare un cappellino, i guanti, una maglia a maniche lunghe e un calzoncino pesante che, insieme, mantengono in equilibrio la condizione termica coprendo la massa muscolare più esposta. Il tessuto migliore è quello tecnico che, essendo traspirante, evita che il calore rimanga intrappolato tra la pelle e la maglietta.

3. Come vestire i bambini per giocare all’aria aperta

Quando i bambini chiedono di poter uscire durante le giornate più fredde è come se ci pugnalassero, dato che vorremmo sempre proteggerli tenendoli al caldo e in casa. Ma per non farli soffrire e lasciarli correre felici all’aperto possiamo sempre vestirli in modo che non corrano rischi: una felpa è l’ideale per coprirli nel momento in cui, giocando, cominciano a surriscaldarsi e quindi a sudare.

L’errore più comune che non bisognerebbe commettere sta nel farli giocare con il giubbotto: questo non solo impedisce il movimento, ma li fa sudare molto più del dovuto. Inoltre, le mamme non devono pensare di sentire lo stesso calore o lo stesso freddo del bambino: la capacità di termoregolarsi è estremamente personale, quindi è sempre meglio ascoltare le esigenze e le richieste del bambino e agire di conseguenza.

Iscriviti alla Newsletter

      Compare items
      • Total (0)
      Compare
      0