Come disinfettare la cuccia del cane

Quando si possiede un cane non basta semplicemente dargli da mangiare o portarlo in giro: bisogna, anche e soprattutto, prendersi cura della sua igiene personale. Questo può avvenire in diversi modi, sia lavandolo con prodotti indicati, sia disinfettando costantemente e accuratamente tutti gli oggetti con i quali entra in contatto. Tra questi, rientra sicuramente la cuccia che, a lungo andare, potrebbe diventare nido di batteri, pulci e zecche.

Igienizzare la cuccia del cane: suggerimenti utili

Generalmente, qualunque sia il materiale di costruzione della cuccia (plastica, legno o tessuto) è importante sanificarla per bene attraverso prodotti anallergici e ben specifici.

Un primo passo per una corretta igienizzazione sta nel pulire profondamente le zampe del nostro amico a 4 zampe ogni qualvolta lo si porti all’aperto e prima di rientrare in casa; solo successivamente si può procedere con la disinfezione della cuccia con:

  • rimozione dei peli al suo interno;
  • eliminazione di briciole o altri residui di cibo;
  • pulizia di eventuali bave.

Una volta a settimana, poi, si consiglia di utilizzare apparecchi per la pulizia a vapore, come aspirapolvere o idropulitrice. Il vapore, infatti, è in grado di compiere un’igienizzazione efficace e di eliminare la maggior parte dei batteri presenti. In base, poi, al materiale della cuccia è possibile proseguire utilizzando prodotti appositamente ideati.

Cuccia in tessuto

Una cuccia in tessuto è sicuramente la più morbida che si possa acquistare per il proprio cane ma, di contro, è anche quella più soggetta all’attacco di germi e batteri. Il consiglio sta nel lavarla in lavatrice con un prodotto igienizzante e di utilizzare un disinfettante spray specifico almeno 2 volte la settimana.

Cuccia in plastica

La cuccia in plastica è la più comoda, dato che si può facilmente pulire con acqua corrente e detergenti igienizzanti con il supporto di un panno pulito. Sicuramente, all’interno della cuccia saranno presenti teli e coperte, che dovranno essere lavati in lavatrice o disinfettati tramite spray batterico almeno 1 volta a settimana.

Cuccia in legno

Infine, la cuccia in legno si trova generalmente all’aperto, corredata da teli e coperte per proteggere al meglio il cane. Anche in questo caso, i tessuti andranno igienizzati in lavatice almeno 1 volta a settimana, mentre per la struttura in legno si potrà fare affidamento a prodotti specifici che, oltre a disinfettare, si prestano come anti tarme e anti umidità.

Come disinfettare la cuccia del cane con metodi naturali

Esistono, poi, dei metodi naturali che consentono di igienizzare la cuccia del cane senza ricorrere a prodotti commerciali. I 2 ingredienti principali sono due: l’aceto e il bicarbonato. Il primo è conosciuto per le sue proprietà disinfettanti e antibatteriche ma, in questo caso, si rivela un ottimo repellente per le pulci; il secondo, invece, pulisce e disinfetta anche con una semplice spruzzata. Basterà, infatti, cospargere la cuccia del cane, attendere circa 1 quarto d’ora e lavare con acqua corrente.

Iscriviti alla Newsletter

We will be happy to hear your thoughts

      Leave a reply

      Compare items
      • Total (0)
      Compare
      0